Welcome

Shakeblues Band è il gruppo che continua l’esperienza della Bella Blues Band –storica band attiva dal 1980 con centinaia di concerti in Italia, Germania, Svizzera, Regno Unito- dopo la scomparsa del chitarrista Adriano Vettore.  Pur mantenendo la stessa forza espressiva, con l’energia e il potere di coinvolgimento del blues, questo progetto pone un maggior accento sui molti brani originali scritti negli anni per dar vita ad uno spettacolo ancor più intenso ed emozionante.
 

A ROSA IS BLOOMING 

  Rosa
Oratorio
Ideazione e testi: FRANCESCO Shakeblues MAZILLI
Musica: Donato Cuzzato

L’Oratorio
L’oratorio è una forma musicale di origine italiana  che consiste in una composizione per voci soliste, coro e piccola orchestra, per lo più di argomento religioso o spirituale, eseguita senza far ricorso alle scene, ai costumi, a un qualsiasi elemento di rappresentazione teatrale. L’oratorio nasce nella Roma tardo cinquecentesca ed è stato usato dai più grandi compositori italiani del periodo: Scarlatti, Pergolesi, Cimarosa. Diffusosi anche in Europa attraverso le composizioni in forma di oratorio di Haydin, di Beethoven, Mendelssohn, Schumann. Händel scrisse oratori anche negli anni della piena maturità dando al genere un'impronta di eccezionale originalità e grandezza. Tra gli autori di oratorio del sec. XX, vanno citati Schönberg, G. F. MalipieroBrittenStravinskij.

L’idea
 
Unire una forma classica con le musiche più innovative e vitali del XX secolo, il blues e il jazz è l’idea che ha dato forma a questo Oratorio.  Una storia esemplare, quella di Rosa Parks, che ricorda uno di quei gesti che hanno fatto la STORIA. Un’eroina 

La storia
Rosa Louise Parks era una donna di colore che viveva a Montgomery, Alabama.  Il suo rifiuto di cedere il suo posto sull’autobus a un passeggero bianco, previsto dalla normativa segregazionista e il suo conseguente arresto  il 1 dicembre 1955, ha scatenato un'ondata di proteste pacifiche che si è estesa, in poco tempo, a tutti gli Stati Uniti. Il suo coraggio tranquillo ha cambiato l'America, la sua rivendicazione di eguali diritti per le persone di colore ha cambiato il corso della storia tanto da essere riconosciuta a livello nazionale come la "madre dei movimenti per i diritti civili".  In quei giorni di lotta, uno dei primi ad essere coinvolti nelle proteste è stato il Reverendo Martin Luther King che arriverà ben presto ad essere la figura leader del movimento e uno dei simboli mondiali dei movimenti di protesta.
Il sogno di una umanità migliore influenzerà tutti i movimenti e le lotte degli anni seguenti.  L’oratorio ripercorre in dieci brani i momenti cruciali della storia di questa moderna eroina che con il suo comportamento non violento e la sua filosofia di vita  è servita di esempio ai suoi contemporanei e alle generazioni successive. 

La musica
La musica è affidata alle composizioni originali del M° Donato Cuzzato. Diplomato in organo e composizione, grande interprete di J. S. Bach, Cuzzato ha, da sempre, esplorato anche tutte le forme musicali contemporanee. In questa composizione musicale vengono usate principalmente le modalità del blues, del jazz e del gospel che si adattano alla cultura dei personaggi della storia e ben rappresentano la drammaticità degli avvenimenti e la psicologia dei personaggi.
Costruzione armonica e linguaggi stilistici attingono anche alle strutture più classiche della storia della musica: da Bach a B.B. King. 

La voce
La parte di Rosa è affidata a Habaka Kay Foster Jackson una delle più dotate cantanti americane dotata di una meravigliosa voce e grandi doti interpretative.  Nata a Nashville, Tennesee (U.S.A.) da una famiglia di musicisti, la madre Mary Ann Jackson era cantante jazz e il padre Melvin Jackson è stato il sassofonista del re del blues B.B. King per più di venticinque anni, ha appreso il canto sin da piccola.  La  sua formazione familiare e culturale le hanno permesso di attingere alle radici della profonda tradizione nero-americana dove il canto diviene lo strumento principale per evocare lo spirito. Le molte collaborazioni musicali, la sua capacità di spaziare fra blues e jazz, soul e r&b l’hanno resa una cantante completa.
 
I testi
I testi dei 12 brani che compongono l’Oratorio sono in lingua inglese.
 
In scena
Una scena spoglia, quinte e sfondo neri con solo i cantanti inquadrati da occhi di bue, un coro, una band con tastiere, basso, batteria, chitarra e sezione fiati.
 
RSS

Return

Join our mailing list for the latest news

Photo-10

CONCERTS

There are no upcoming events right now.